Fandom

Lingua Romanica Commun Unificata

Le celo triestino

252pages on
this wiki
Add New Page
Talk0 Share

Trieste si accende ogni mattina e luccica di bagliori di madreperla al sole che sorge dal ciglio dell'altopiano. Sembra un gioiello prezioso che scende sul petto di una dama: così la città pare nascere dai boschi delle colline e si adagia, sparpagliandosi in ogni direzione verso il mare azzurro. Il golfo, chiuso in un sicuro abbraccio, è cinto a nord e a ponente prima dalle bianche scogliere che in autunno rosseggiano di profumato sommacco, poi dalle basse spiagge verso le isole di Grado e la laguna. A sud, dopo Muggia, perla preziosa e dimenticata, con le sue calli antiche, le brevi penisole che sembrano voler chiudere un cerchio e, doppiate, s'aprono verso altri golfi e fari verso l'Istria, verde di macchia, rossa di terra aspra e bianca di scogli, blu di cielo e di mare. Trieste ha i suoi venti, tra questi, violenta e imprevedibile, la Bora. Scende dagli altopiani, prendendo forza lungo la folle corsa, poi precipita sulla città, a raffiche e si apre sul mare. Si inoltra nelle vie, negli atri delle case, nei vicoli, solleva foglie e terra, crea mulinelli roteanti e li porta in alto, sopra i tetti e li sparge ovunque, entra dalle finestre, percuote i muri, ruba le tegole, sbatte le imposte, divelle comignoli e strappa la biancheria portandola lontana. Se arriva dopo giorni di scirocco caldo ed umido, attende che le nuvole cariche d’acqua si raccolgano ai bordi delle alture poi inizia a soffiare, impetuosa, riportando le nubi verso il mare, creando tempesta, facendo impazzire il golfo che turbina di onde e spuma, strappa gli ormeggi, schiaffeggia le barche, porta pioggia e grandine, allagando le strade. Poi, d’incanto si quieta, lasciando il cielo azzurro e pulito, l’aria profumata di resine d’abeti e di sale rubato al mare. D’estate invece si preannuncia nel cielo azzurro profondo con piccole nubi rotonde e veloci, che presto svaniscono; è briosa, dispettosa, vivace, allenta il calore rovente del sole e accarezza la pelle. Increspa il golfo, lava il cielo e la mente. Gioca con i gabbiani, frenandone il volo, si offre generosa alle vele che rapide solcano il mare, solleva le gonne alle ragazze ed è una meraviglia di belle gambe abbronzate, denudate da soffi improvvisi e invano le mani cercano di coprirle: si insinua ovunque, non c’è difesa. Meglio amarla ed assecondarla, senza combatterla. Passa presto, tre giorni al massimo, poi la quiete e il cielo lindo. E’ pulito il cielo di Trieste, come gli occhi di una fanciulla. Ma sotto, nelle strade, tra la gente, forse si è perduta l’ìmmagine vera di questa strana città, che un grande poeta descrisse: Trieste ha una scontrosa grazia. Se piace, è come un ragazzaccio aspro e vorace, con gli occhi azzurri e mani troppo grandi per regalare un fiore; come un amore con gelosia.

Ma per chi sa capire e vedere con il cuore, lascerò tutta la Poesia di Umberto Saba, il Poeta che amò questa città quanto e forse più della sua stessa vita, lasciando in ogni via un segno, quasi un pegno di assoluto amore.

Trieste

(da Trieste e una donna, 1910-12)

Ho attraversata tutta la città. Poi ho salita un'erta, popolosa in principio, in là deserta, chiusa da un muricciolo: un cantuccio in cui solo siedo; e mi pare che dove esso termina termini la città.

Trieste ha una scontrosa grazia. Se piace, è come un ragazzaccio aspro e vorace, con gli occhi azzurri e mani troppo grandi per regalare un fiore; come un amore con gelosia. Da quest'erta ogni chiesa, ogni sua via scopro, se mena all'ingombrata spiaggia, o alla collina cui, sulla sassosa cima, una casa, l'ultima, s'aggrappa.

Intorno circola ad ogni cosa un'aria strana, un'aria tormentosa, l'aria natia. La mia città che in ogni parte è viva, ha il cantuccio a me fatto, alla mia vita pensosa e schiva.

Il ha alicun que desea traducer in Romanica?

Claudio Marcon Academia pro Lingua Romanica Commun Unificata. cmarcon@adriacom.it claudiomarcon2@virgilio.it

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.